logo

Biografia

Silvio Formichetti nasce nel 1969 a Pratola Peligna (Aq). I primi lavori ritraggono nudi femminili e paesaggi dell’entroterra abruzzese. L’interesse per la pittura informale arriva a metà degli anni novanta. Si avvicina a Pollock, l’Action Painting americana e a Dova, Afro, Vedova e Hans Hartung.
Nel 1999 passa all’astrattismo segnico e gestuale e nel 2011 viene invitato alla 54° Biennale di Venezia – padiglione Italia a cura di Vittorio Sgarbi. In Italia tra le sue esposizioni si segnalano: le diverse partecipazioni alle “Rassegne internazionali d’Arte Contemporanea” di Sulmona (varie edizioni dal 1999 al 2016); personale al Palazzetto dei Nobili dell’Aquila, catalogo a cura di Carlo  Fabrizio Carli e XXX edizione  della “Rassegna internazionale d’arte di Sulmona” (2003); Museo nazionale d’Abruzzo de L’Aquila a cura di Leo Strozzieri e Pierpaolo Bellucci e Museo Diocesano “Francesco Gonzaga” di Mantova, a cura di Maurizio Gioia e Carlo Micheli (2007); Museo Michetti di Francavilla al Mare, con testi critici di Silvia Pegoraro e XIII Biennale Stauròs d’arte sacra, Museo di San Gabriele, Isola del Gran Sasso (2008); “Cromofobie”, Ex Aurum di Pescara a cura di Silvia Pegoraro  (2009); nel 2010 al Museo Colonna di Pescara, le sue opere vengono accostate a quelle di Mario Schifano nella mostra “Silvio Formichetti – Mario Schifano. Buio. Il confine del colore” a cura di Luca Beatrice.

Il progetto espositivo con il critico d’arte Luca Tommasi avviene nel 2006: le opere di Silvio Formichetti vengono esposte al Museo Nazionale degli Strumenti Musicali di Roma e nel 2007 presso il Refettorio quattrocentesco del Museo Nazionale del Palazzo di Venezia a Roma.

Nell’estate 2010 realizza presso il Museo Civico di Sulmona la mostra “Icone dell’invisibile” a cura di Silvia Pegoraro.

Sempre nel 2010 realizza la personale dal titolo “Labirinti dell’anima” presso lo spazio del Palazzo Guicciardini della Provincia di Milano nel capoluogo lombardo con testi critici a cura di Giovanni Faccenda .

IL 2011 lo vede impegnato, nella personale al Chiostro del Bramante di Roma  “Dialogo con l’infinito” a cura di Giovanni Faccenda, successivamente ad Albenga nel prestigioso contesto del Palazzo oddo con una personale curata da Paolo Levi dal titolo Alfabeti dell’anima. 

Nel 2012, alla Galleria Opus di Grottammare (Ap) The Big Rip, a cura di Giarmmando Di Marti, successivamente a Cassino (Fr) nel contesto del Teatro Manzoni presenta la personale dal titolo “Succisa Virescit”, a cura di Simona Pace e Roberto Franco. La mostra racconta le atrocità della seconda guerra mondiale vissute nella cittadina laziale con i bombardamenti e la ricostruzione.
Silvio Formichetti inaugura a Sofia (Bulgaria) nel mese di Giugno, presso la Galleria Nazionale d’Arte Moderna, la personale dal titolo “Bulgare Visioni ed a Varna (Bulgaria) presso la Graffity Art Gallery la personale “Architetture Cromatiche” a cura dell’Istituto Italiano di Cultura.

Nel 2013 Silvio Formichetti è protagonista con due importanti mostre personali. La prima a Terni presso la Galleria Canovaccio e la seconda alla Galleria Civica di Padova con “Energheia”. Entrambe le mostre riscuotono parecchio successo.
Nel mese di Novembre prende il via la personale di Silvio Formichetti a Bruxelles presso il Parlamento Europeo. Nell’Edificio Altiero Spinelli – “Espace Cheval” di Bruxelles infatti prende il via la mostra “I sentieri dell’anima”. L’esposizione, curata dall’artista, comprende una ventina di opere di medio formato, realizzate appositamente per l’evento.

Nel 2014 Silvio Formichetti è a Pescara con “Inferno. Allegorie della coscienza”. La mostra personale si tiene nello splendido Aurum – Fabbrica delle Idee. A cura di Lucia Arbace è invece “Opere”, la mostra delle opere storiche presso la Taverna Ducale di Popoli (Pescara). Nel mese di Settembre partecipa al 41° Premio Sulmona a Sulmona (L’Aquila).

Silvio Formichetti entra nel 2015 nella pubblicazione PRAESTIGIUM ITALIA II il prestigioso catalogo che segue la collezione internazionale di Luciano Benetton “IMAGO MUNDI Luciano Benetton Collection”, espone con una personale a Berlino presso la InArt Werkkunst Gallery e fa parte degli artisti contemporanei alla collettiva 44th parallels di Albenga (GR).

Il 2016 parte con “Evoluzione del silenzio” mostra personale a Umbertide (PG) nella splendida Rocca. La mostra è a cura di Anna Amendolagine. Partecipa al 43° Premio Sulmona a Sulmona (L’Aquila).

 

Silvio Formichetti | Biography
Silvio Formichetti was born in 1969 in Pratola Peligna (Abruzzo, Italy).  His first works were of female nudes and landscapes of Abruzzo.  His interest in informal painting began in the mid-1990s when he was inspired by the works of Jackson Pollock, the Action Painting movement in America, and by Dova,  Afro,  Vedova and the Austrian, Hans Hartung. In 1999 Silvio developed his work into abstract symbolism. Silvio has participated in the following exhibitions:
- the twenty-sixth and thirtieth International Exhibitions of Contemporary Art in Sulmona (various editions from 1999 to 2016
- a private exhibition at the Palace of the Nobili dell’Aquila, with a catalog created by Carlo Fabrizio Carli
- at the National Museum of Abruzzo in L’Aquila, presented by Leo Strozzieri and Pierpaolo Bellucci
- an exhibition at the National Museum of Musical Instruments in Rome with the art critic Luca Tommasi (2006)
- at the fifteenth Refectory of the National Museum at the Palazzo di Venezia in Rome (2007).
- at the Diocesan Museum “Francesco Gonzaga” in Mantua, presented by Joy and Carlo Maurizio Micheli (2007)
- at Museo Michetti in Francavilla al Mare, with critical text by Silvia Pegoraro
at the Stauròs XIII Biennale of Sacred Art, Museum of San Gabriel, Isola del Gran Sasso (2008)
- “Cromofobie” at the Ex Aurum di Pescara presented by Silvia Pegoraro (2009)
at the Museum Column of Pescara (2010) together with Mario Schifano in the exhibition “Silvio Formichetti – Mario Schifano.  Dark.  The border color”, presented  by Luca Beatrice
- in the summer of 2010 he held an exhibition at the Museo Civico of Sulmona entitled “Icons of the invisible”, presented by Silvia Pegoraro
- also in 2010 he had a solo exhibition entitled “Labyrinths of the Soul” in the Palazzo Guicciardini in Milan with critical text  by Giovanni Faccenda
- in 2011 Silvio was invited to the 54th Biennale in Venice, presented by Vittorio Sgarbi
- also in 2011 he was busy showing at the Cloister of Bramante in Rome  – “Dialogue with the Infinite” presented by Giovanni Faccenda
- and also at the prestigious Palazio Oda in Albenga  with a solo exhibition called “Alphabet of the Soul” presented by Paolo Levi
- In 2012, Silvio displayed at the Galleria Opus in Grottammare (Ap) in an exhibition entitled “The Big Rip”, presented by Giarmmando Di Marti and in Cassino  at the Manzoni Theatre with a solo exhibition entitled “Succisa Virescit”, presented by Simona Peace and Roberto Franco. The exhibition recounts the atrocities experienced by the people of Lazio during the bombing of World War II and reconstruction afterward.
- In the 2013 Silvio Formichetti opened in Sofia (Bulgaria) in June, at the National Gallery of Modern Art, with an exhibition entitled “Visions of Bulgaria and of Varna “, and presented work in an exhibit called “Chromatic Architecture” in the Graffity Art  Gallery at the Italian Institute of Culture. Silvio has also had two other major exhibitions this year.  The first in Terni at the Canvas Gallery and the second at the Galleria Civica di Padova called “Energy.”  In November Formichetti opened in Bruxelles at European Parliament.
- In 2014 Silvio Formichetti is in Pescara with “Inferno. Allegories of consciousness “at the Aurum – Factory of Ideas. “Works” by Lucia Arbace is an exhibition of historic works at Taverna Ducale di Popoli (Pescara) and 41 Premio Sulmona in Sulmona (L’Aquila).
- In 2015 Formichetti makes Luciano Benetton’s collection PRAESTIGIUM ITALIA II. In December exposes in Berlino at InArt Werkkunst Gallery and is one of the artists in the group show 44th parallels of Albenga (GR).
- In 2016 Formichetti is in Umbertide (PG) with “Evoluzione del silenzio” and 43 Premio Sulmona in Sulmona (L’Aquila).